Europa cristiana o Euro-lager? Conosciamo il Trattato di Velsen


Prigionieri tafazziani di vuoti slogan, oggi menzogneri

 

A breve voteremo per i nostri rappresentanti in Europa. Ma che razza di Europa, grazie a loro, si è realizzata fino ad ora? È l’Europa dei Padri fondatori, una loro fedele creatura o è diventata una beffarda caricatura del loro sogno geo-politico?

Tra i Padri fondatori dell’Europa non si può non annoverare, ad esempio, Novalis che nel suo Cristianità ovvero Europa la propone già nel 1.799:Novalis e Cristianità o Euroipa

o quanti ne vedevano il coronamento pratico della parola democrazia o delle parole benessere, dignità umanalibertàuguaglianza e fraternità.

Se però pensiamo che sia “questa Europa” quella in cui oggi andiamo a votare… allora possiamo serenamente dire che viviamo in un altro mondo: è il Mondo degl’ìncubi.

Già nella formulazione ideale, rammentiamo, c’è stato il dibattito se si dovessero o meno riconoscere a “questa Europa” le sue radici cristiane: dibattito che non è stato portato a termine, ma che nei fatti le ha escluse.

E se non è cristiana “questa Europa”… cos’è? Cosa riempie questo vuoto storicamente bimillenario? Un’altra religione? Religione “religiosa” [buddismo, mussulmanesimo, ebraismo, sciamanesimo, shintoismo ecc.] o religione “laica” materialistica [liberismo, comunismo, utilitarismo, flessicurismo, stock optionismo, inciucismo, monetarismo ecc.]?

Dunque: l’Europa in cui andiamo a votare non è cristiana. Le sono stati infatti eliminati due millenni di evoluzione (ortodossia, cattolicesimo, protestantesimo, movimenti ereticali ecc.) e tutte le conquiste che ha portato all’uomo nei confronti della sua dignità “individuale”.

Il che ci porta a “questa Europa” che non riconosce l’individuo, appunto, che lo asserve e lo riporta indietro rigiustificandone la schiavitù… ai Mercati!

Non più dal punto di vista “culturale-religioso” dunque, bensì dal punto di vista “ideologico-utilitaristico”un classico caso, nel sociale, di slittamento laterale degenerativo dei valori e delle idee.mensole simmetriche con oggetti

Se questo è vero, occorre che in “questa Europa” malsana gli stessi Popoli che la compongono siano subordinati loro stessi, anticipatamente, ad una qualche forma di schiavitù. Popoli schiavi di altri Popoli o di altri gruppi sociali dominanti nella stessa Europa.

Sta avvenendo questo? La domanda è… retorica: questo sta avvenendo oggi. Abbiamo i Popoli del Sud Europa colonizzati dai Popoli del Nord Europa, a breve l’involuzione del sistema sociale malato farà dei Cittadini del Sud gli utili schiavi dei Cittadini del Nord. Abbiamo inoltre gruppi finanziario-bancari dominanti che spadroneggiano indisturbati sugli Stati, sulle Comunità, le Persone e i Territori.

Un’Europa cristiana… questo doppio vulnus preventivo alla dignità del Singolo Individuo non lo avrebbe mai permesso. E per di più, se scendiamo al livello dell’hardware sociale e alle sue leggi inosservate, un’Europa cristiana non potrebbe mai essere strutturalmente né monodimensionale né bidimensionale nel sociale: com’è invece l’attuale sistema malato. Perché?

Sappiamo che la prima strutturazione (monodimensione prevaricante sulle altre due) porta alla predazione come suo naturale sviluppo automatico nel tempo, mentre la seconda prospera nel conflitto tra due dimensioni sociali: sviluppo predatorio compulsivo e paralizzante conflitto di tutti contro tutti sono esattamente quanto nel cristianesimo reale si vuole superare attraverso l’evoluzione “autocosciente” e l’emancipazione dall’anima di gruppo del Singolo Individuo.

Monodimensione prevaricante sulle altre due dimensioni sociali (oggi l’economia su politica e cultura in questa Europa malata) e bidimensione sociale conflittuale (oggi economia contro politica nella nostra Italia malsana), entrambe vogliono non il Singolo Individuo autocosciente bensì il gruppo acèfaloil branco animalesco guidato dalle pulsioni del ventre del maschio Alfa o la squadra di autòmi che pensa con i neuroni specchio del capetto di turno, a sua volta senza testa rispetto ad un’anima di gruppo di livello superiore.individuo acèfalo

Bramano entrambe gli automatismi istintivi, detestano ambedue le scelte consapevoli. Basta guardare ai vari sistemi elettorali in Italia, Porcellum, Italicum ecc., per rendersene conto… spassionatamente.

Questa Euro-caricatura maligna, dunque, presuppone il vulnus di Comunità, Persone e Territori come reale obiettivo “automatico”, non certo dichiarandolo apertamente – anzi, per bocca dei suoi uomini dichiara l’esatto contrario pur sapendo di mentire – ma realizzandolo nelle leggi, nelle interpretazioni, negli strumenti e in ultimo fin negli accadimenti concreti.

Fatti, strumenti e interpretazioni che sconcertano per la loro mefisofèlica assurdità quanti tra noi sono stati ipnotizzati da parole vuote come Europa, come democrazia: nei fatti concreti essendo invece rispettivamente anagrammate in Paure o… dittatura.

Viceversa la parola democrazia vive ancora del fascino che suscitò 2.500 anni fa ad Atene mentre, oggi due millenni e mezzo dopo, Atene ha perso ogni fascino… proprio grazie a “questa” Europa” tarocca.Europa- Morte

Ciò avviene perché ogni forma di governo (Dittatura, Oligarchia, Aristocrazia, Democrazia ecc.) ha in sè il germe naturale della propria autodistruzione, un suo ciclo di vita stampato sull’etichetta come lo ha lo yogurt, più o meno lungo, in cui sorge meriggia tramonta e muore… metamorfosandosi in un’altra delle sopracitate forme di governo.

Un ciclo pluri-secolare, certo, la cui durata però è decisa dalla qualità “morale” degli individui che la gestiscono incrociata alla qualità “strutturale” del sistema sociale: meno pluri-secolare il ciclo se gli individui delinquono moralmente (non amano il prossimo loro come loro stessie se la strutturazione sottostante è in particolare monodimensionale a prevalenza economica o bidimensionale conflittuale tra economia e politica; più pluri-secolare il ciclo se l’individuo è moralmente sano (ama il prossimo suo come se stesso) e se la strutturazione sociale sottostante è tridimensionale: avverandosi in essa l’armonica collaborazione evolutiva di economia, politica e cultura immaginata dai Padri dell’Europa.

Pensate in realtà, queste dimensioni moderne, come autonome e funzionalmente discrezionali “in esclusiva”: rispettivamente per la circolazione dei beni e servizi (economia-Mercato); per il giusto rispetto dei diritti e dei doveri (politica-Stato) e per il sano sviluppo dei talenti e delle qualità individuali (cultura-Scuola).economico-finanziaria

Nel primo caso socialmente involutivo (mono e bidimensione sociale malata) gli individui moralmente carenti amano approfittarsi degli altri: dogmatizzano le loro opinioni, inciuciano, lobbiscono… e tra una provvidenziale “leccata” e l’altra ecco che la democrazia metamorfosa, morendo, in dittatura: del Proletariato o dei Mercati speculativi, ad esempio, nell’oppositiva bidimensione conflittuale malata del secolo scorso in Europa.

Oggi invece ad inizio terzo millennio – lo sappiamo dal nostro doppio Presidente della Repubblica, un ex-propugnatore della dittatura del Proletariato ma odierno paladino della dittatura dei Mercati (tanto… la radice è unica) – dobbiamo assolutamente rassicurare i Mercati speculativi, perché altrimenti (appena lo decidono in base ai loro interessi predatori) ci bacchettano a colpi di spread.

Cosa vuol dire, però, questo? Che la dittatura dei Mercati speculativi [FMI, BM, Banche Internazionali ecc] è già in atto in “questa” Europa e ci sta presentando il conto dei suoi desideri avendo ormai elaborato nel concreto una sua inattaccabile legittimazione “democratica”. Come?

Appoggiandosi, nei vari Stati, a un ceto politico consociativo: al di là dei litigi televisivi per infarlocchire il popolo-pupo… voluto assolutamente da tutti quale utile analfabeta sociale di ritorno, povero in canna.cravattari al potere

Il che non offre alcuna scelta agli elettori, alcuna alternativa, alcuna possibilità di cambiamento perché ormai… tutto viene opportunamente pilotato in remoto da organismi extra-nazionali in cambio del mantenimento dei privilegi ai Politici nazionali: che li  avrebbero già persi da molto tempo se non godessero dell’occhiuta protezione it-aliena di “questa Europa” avvelenata.

Ascoltando il loro uomo, il Padoan Pier Carlo, ce ne si rende conto perfettamente: il “di lui pensiero”, si fa per dire, è esattamente quello di “questa Europa” illusoria.

Rammentiamo, sempre, il tormentone che ai nostri politici commissariati piace tanto cantare in coro: «Ce lo chiede… l’Europa». Sì, ma quale Europa?

Un’Europa matrigna per l’Italia [la Spagna, la Grecia ecc.] che per un piattino, temporaneo, di bassi interessi sul proprio debito pubblico ha svenduto completamente la propria sovranità monetaria, alimentare, salutare, parlamentare, costituzionale e, per finire col botto, persino la sua stupefacente competitività economica: svenduta a compratori stranieri, tranne pochi eroi che ancora fanno… la resistenza.sovranità limitata

Buffo è notare che tra la Russia rivoluzionaria dei soccorrevoli missionari Lenin e Stalin di inizio ‘900, e “questa Europa” malandrina che più liberista non si può neppure col candeggio, nel rapporto col Cittadino non c’è differenza alcuna. Entrambe, infatti, hanno fatto bere una menzogna grande come una casa [l’eliminazione del consociativismo l’una e l’eliminazione del capitalismo l’altra] ai propri sudditi-baluba e creduloni.

Prendiamo la Russia rivoluzionaria, che con l’illusione della fine del capitalismo ha tolto il capitale dalle mani dei più e l’ha messo nelle mani dei meno, dell’Oligarchia rossa, la quale ha continuato però a sfruttare l’individuo: il Cittadino proletario.

La beffa è che costui non ha più avuto la possibilità di protestare… essendo l’Oligarchia in regola con l’ideologia. E se lo ha fatto è stato immediatamente “soppresso” come nemico della rivoluzione o gentilmente instradato nei vari agrituristici lager per una sua efficace rieducazione.

L’Oligarchia, naturalmente, si era data leggi e strumenti operativi ad hoc per ottenere questo magnifico risultato.

Prendiamo adesso “questa Europa” in mano ai ciarlatani cravattari: qui con l’illusione della democrazia si sta avverando lo stesso panorama oppressivo per il Cittadino borghese.

Di fatto, l’Europa-Lager è già pronta: con i suoi trattati capestro [di Maastricht, Lisbona, Mes] el’intoccabilità dei suoi organismi chiave [BCE ecc.] qualsiasi disastro producano ai Popoli.euro-lager1

Possibile? Uno non vorrebbe crederci, ma se soltanto fa nascere in lui questa domanda è costretto a indagare. Ad esempio, se anche in “questa Europa” menzognera esistano strumenti equivalenti a quelli usati dai pionieri sociali Lenin e Stalin.

Intanto consideriamo che con l’impunità legale e sovrastatale degli organismi chiave del fanatico liberismo attuale a senso unico… siamo andati ben oltre la Russia rivoluzionaria.

Ma poi, come stiamo con gli strumenti di quest’oscuro potere? Qui in “questa” Europa ancora non ci sono state sanguinose epurazioni, semmai epurazioni asettiche e mirate com’è successo ai 350.000 esodati della de-forma Fornero.

E, soprattutto, non sembra ci sia quella polizia segreta così temuta in quell’orbita moscovita. O no? Ecco il problema di farsi le domande: si trovano le risposte.

Ebbene, anche questa caricatura d’Europa democratica ha la sua Polizia segreta, che ovviamente non ha bisogno d’essere segreta perché siamo in democrazia: soltanto di non essere messa… troppo in vista. In attesa di essere innescata da quanto si prevede già da svariati decenni come effetto di quell’iniziativa macabra che ha costituito l’attuale degenerata Zona-euro.

Dal punto di vista degli obiettivi da perseguire, infatti, nella dittatoriale Europa dei Mercati finanziari:

  1. fin dalla fine della seconda guerra mondiale era librescamente risaputo (dai manuali di economia in uso alle Superiori) che sarebbe toccato all’economia più forte [Quale? Dal Settecento è sempre stata quella tedesca] pareggiare i conti con quelle più deboli se si voleva avere una moneta unica vera in un’Europa vera e non fittizia
  2. già nel 1991 Paul Krugman parlava di meridionalizzazione e desertificazione dei Paesi periferici europei a vantaggio dell’area germanica, mettendo a nudo quel darwinismo prettamente economico per cui nella monodimensione economica gestita dai Mercati fionanziari l’Azienda-Stato più forte non può che papparsi le altre Aziende-Stato più deboliPaul Krugman

Ovviamente la Germania si guarda bene dal pareggiare i vantaggi personali ottenuti con gli opposti svantaggi degli altri Stati europei, e la desertificazione degli Stati periferici continua imperterrita.

E l’euro? Tecnicamente è già fallito, basta guardare il debito complessivo dei Paesi della Zona-euro.Tuttavia i mercati finanziari guadagnano moltissimo a scommettere sulla sua sicura caduta, perciò ne prolungano la vita con flebo di liquidità visibili (scudo antispread, eurobond, quantitative easing) e invisibili anche da parte di Paesi esterni (Usa, Russia, Cina, Giappone ecc.) e/o, naturalmente, di Banche internazionali che hanno l’interesse a continuare il giochino accoppa-popoli: dato che il banco degli speculatori nella monodimensione economica prevaricante… vince sempre.

Invisibilità legalmente possibile, visto che gli statuti delle Banche centrali nazionali [della BCE, e della Banca dei Regolamenti Internazionali] consentono la totale segretezza come facoltà lecita. E chi ne ha facoltà, secondo voi si asterrebbe dall’usarne? Per quale motivo, se lo può fare in tutta segretezza?

E difatti i media segnalano che di questa facoltà ‘occulta’ se ne è servita abbondantemente la FED durante la crisi, c’è un’indagine in corso; lo ha fatto pure la Bank of England al tempo del probabile fallimento della Northern Rock Banck. E chi può, avendo ancora la sovranità monetaria, lo sta facendo e/o lo farà alla faccia dell’austerity e dei sacrifici… ipocritamente richiesti solo agli altri.

A questo divertentissimo gioco, però, c’è chi vince e chi in maggior misura perde: e a forza di perdere pezzi il sistemino può collassare.

In vista di quel momento, tuttavia, chi ne ha già visualizzato l’esito a livello Europeo dovrebbe essere pronto a rintuzzare legalmente i prossimi inevitabili disordini popolari… con qualcosina un poco più incisivo dell’Interpol. Esiste questo qualcosina? Sì, e si chiama Eurogendfor.Polizia europea

È la Super-Polizia europea. Naturalmente in “questa” Europa tarocca è europea solo di nome anche questa forza militarizzata di pronto intervento, dato che è attivabile pure da Nato, Onu, Ocse ecc. Un’organizzazione, notiamolo sùbito, anch’essa (come la BCE) indipendente e intoccabile dalla UE… anche se può operare a seguito di una sua richiesta.

Di essa fanno parte i nostri Carabinieri, è stata messa in piedi nel 2007 (sotto il Governo Prodi) con la firma del Trattato capestro europeo di Velsen, ratificato in Italia nel 2010 (sotto il Governo Berlusconi):un’ulteriore riprova dell’aperto consociativismo partitico italiano… gestito in remoto dai Mercati finanziari.

Quello che inizia uno dei due gemelli governativi diversi, poi lo porta immancabilmente a termine l’altro.Vantaggi per gli Amministrati? Giganteschi a chiacchiere, lillipuziani nella realtà… se non autolesionistici!

Oltre al gendarme d’Europa – storicamente la Francia, da cui parte il pensatone nel 2003 – e all’Olanda in rappresentanza dei Paesi colonizzatori del Nord Europa, la firmettina sulla corda dell’impiccato l’hanno messa guarda caso tre tra i Paesi più indebitati della malèfica Zona-euro: quindi i maggiormente sùccubi dei Mercati finanziari mondiali in Europa: Portogallo, Spagna e Italia.

E l’Italia – la brava bambina dei Mercati speculativi che ormai reagisce scodinzolando come i cani di Pavlov alla sola minaccia mediatica dello spread –cani di Pavlov

negli ultimi tre decenni e passa è stata “okkupata” dai loro simpatizzanti in tutti i posti chiave dell’Amministrazione pubblica, a cominciare dal manifesto fan n°1 Giorgio Napolitano.

Perciò è stata premiata con la Sede centrale di quella che, nella monodimensione sociale economico-finanziaria dominante, si avvia nel breve tempo a diventare la fotocopia della Stasi in questa caricatura d’Europa.

E i compiti della Gendarmeria europea indicati nell’Art. 4 del Trattato di Velsen, ci racconta Marco Dalla Luna, vanno dai servizi segreti all’ordine pubblico, alla repressione… sovrastatale. Con: « ampie immunità, compresa quella delle sue sedi fisiche e degli archivi informatici».

Inoltre, se pensiamo che per le eventuali violazioni di legge perpetrate nell’esercizio delle sue funzioni questo Super-corpo di Polizia non ne risponde allo Stato in cui le ha commesse, bensì a quello che l’ha inviata… il suo motto “Lex Pacifert” [la Legge porterà la Pace] oltre a farci venire i brividi a futura memoria, chiarisce ancora una volta la “botte legale di ferro” in cui si sono blindate queste disumane istituzioni antidemocratiche, sovrastatali e dittatoriali.Eurogendfor logo

Inoltre, come volevasi dimostrare, il motto parla chiarola Legge, non la Grazia porterà Pace. Perciò la radice culturale di tutte queste istituzioni nell’attuale pseudo-Europa per gonzi volenterosi si manifesta allignare più entro un alveo veterotestamentario, ovviamente estirpato d’ogni anèlito spirituale, che in quello della Buona novella cristiana in senso lato.

Chiarisce però anche la brutta fine che faranno le ignoranti Popolazioni europee quando finiranno di fare le Belle addormentate nel sottobosco delle pseudo-tutele democratiche, ormai esaurite e sempre ritorcentesi a loro danno e scorno.

Quando, ahiloro, si ritroveranno catapultate con devastante sconcerto nell’Euro-Lager speculativo a 1 ‘stalla’ che sonnecchiando e delegando sempre a Politici infedeli si sono in realtà cucite addosso da sole… mentre nella maggioranza sognavano, illusoriamente, l’Europa cristiana ‘a 5 stelle di Novalis.

Annunci

Se vuoi lascia un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...