Sbronza tecnologica e accattonaggio

Sono migliaia i sintomi: ma qual è il male dell’Italia?

 

Basta passeggiare per la città e oltre al fenomeno in aumento dell’accattonaggio fa impressione vedere quante persone ubriache circolino per strada. Non ci stiamo riferendo alla classica ubriacatura da alcolici, ma alla stupefacente sbronza tecnologica che ci si presenta un passo dopo l’altro: tra smatphone e ipod con auricolari è tutto un tip tap digitale.

Il contrasto tra l’opaco accattonaggio e lo sfavillare della tecnologia è davvero stridente, ma a questo non si sottrae neppure il Presidente del Consiglio del momento Renzi, grande utilizzatore di twitter, facebook, yahoo e google, che si è potuto ubriacare direttamente alla fonte del Web 2.0 dimenticando per un attimo l’opacità dell’altra faccia della medaglia contemporanea che riguarda l’Italia: i due opposti della nostra malattia sociale bipolare che si dibatte tra depressione economico-lavorativa e maniacalità tecnologico-bancaria.maschere

Continua a leggere

Annunci

Sotto la grandinata mediatica continua… nessun dorma

Un guasto sociale risvegliatore

 

Ogni giorno riceviamo una gragnola di informazioni, su ciò che non va, che ci impediscono di pensare al futuro: quel futuro che la finanziarizzazione bancaria ha tolto con destrezza alle prossime sei generazioni sponsorizzando da oltre un secolo i produttori di grandine mediatica per distrarci… mentre loro lavoravano indisturbati per conquistare il potere.

Necèssita pertanto non seguire ogni stimolo, ma ripararci dalla grandinata continua di brutte o effimere notizie sotto la tettoia della Bussola sociale che, dai suoi quattro punti cardinali, riorienta i milioni di informazioni e le sintetizza in pochi concetti chiave accessibili e utilizzabili da tutti, impulsanti quel novello modo di pensare, sentire e agire sociale da tutti atteso.Bussola sociale  nel sistema malato

Solo così, protetti dai suoi quattro punti cardinali, possiamo osservare la quotidiana grandinata mediatica senza perdere di vista l’essenziale e capire la direzione del vento economico, politico e culturale. Continua a leggere